Home page

Il Centro Associazioni Culturali Fiorentine

Il Centro Associazioni Culturali Fiorentine nasce a Firenze nel 1996, su progetto dell'Avv. Raffaello Torricelli, allo scopo di sviluppare e potenziare il coordinamento fra le Associazioni che operano nell'ambito della cultura a Firenze e nel territorio.
Non ha fini di lucro e intende svolgere un ruolo culturale e sociale importante per la conoscenza e la salvaguardia di un patrimonio di inestimabile valore che appartiene all'umanità.
Attualmente le Associazioni aderenti sono 30.

Nell'ambito del coordinamento delle attività fra le Associazioni aderenti il Centro Associazioni Culturali Fiorentine:

  • promuove la conoscenza delle iniziative culturali delle varie Associazioni;
  • promuove iniziative generali di interesse comune per gli Associati;
  • sostiene esigenze espresse dagli Associati nei confronti delle Istituzioni al fine di ottenere necessari provvedimenti;
  • promuove sistemi di informatizzazione in campo culturale nei settori di interesse degli Associati.

Gli altri obiettivi sono:

  • promuovere la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dei beni artistici e culturali attraverso la programmazione di iniziative ed eventi culturali di vario genere;
  • contribuire alla formazione di un'opinione pubblica sempre più sensibile e partecipe alle problematiche dei beni culturali anche con dibattiti e convegni;
  • favorire l'interscambio culturale e la conoscenza di culture diverse;
  • promuovere borse di studio su temi di particolare interesse.

Consiglio Direttivo

L'attuale Consiglio Direttivo è composto da:

Antonia Ida Fontana
Presidente
Massimo Conti Donzelli
Vice Presidente
Sandra Buyet, Ivana Ceccherini, Laura Felici, Giovanni Fossi, Vittorio Gasparrini, Sebastiano Giaquinto, Claudio Tongiani, Andrea Torricelli, Maria Rosa Zorzi
Consiglieri
Divo Savelli
Presidente onorario

Statuto

Scarica lo statuto in formato PDF

Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Le attività del Centro sono rese possibili dal contributo dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Prossimi eventi

Sabato 25 Marzo 2017

0:00 - Amici dei Musei e dei Monumenti Fiorentini

Ore varie, visite guidate:
Luca Leoni, Giovanni Duprè alla Galleria d'Arte moderna
Daniela Carboni, La chiesa di San Giovanni Battista alla Galleria moderna all'Autostrada del Sole
Tommaso Ranfagni, Il Museo Pecci di Prato (biglietto e diritto di prenotazione 8 euro)
Per informazioni sull'orario contattare direttamente l'Associazione

15:30 - Amici dei Musei e dei Monumenti Fiorentini

Amici dei Musei Fiorentini in collaborazione con Centro Culturale San Paolo, Quaresima con l'Arte, XXXVIII edizione
h. 15,30, Incontro con le chiese fiorentine, Diac. Alessandro Bicchi, Chiesa di San Benedetto, Via dello Studio, 10, segue visita guidata di Divo Savelli alle opere d'arte della chiesa

15:45 - Akropolis

Visita guidata di Lara Mercanti alla Pieve di Santo Stefano in Pane e alla Compagnia

0:00 - Associazione Dimore Storiche Italiane - Sezione Toscana

Il 25 e 26 marzo 2017, Palazzo Gondi, Via dei Gondi 2, Firenze, ospiterà la "XXXIII Mostra della Camelia" organizzata dal Consiglio Direttivo del Garden Club Firenze e dalla Presidente M.sa Vittoria Gondi. Sabato 25 alle ore 16.30 ci sarà la premiazione, i fiori più belli e più rari saranno premiati da un’apposita giuria. Sabato 25 la “XXXIII Mostra delle Camelie” sarà aperta esclusivamente alle socie, ai soci ADSI ed alle associazioni botaniche. Domenica 16 la mostra sarà aperta al pubblico dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

0:00 - Associazione culturale Italia-Russia di Firenze

Firenze, Palazzo Gondi, XXXIII Mostra della Camelia (25-26 Marzo), a cura del Consiglio Direttivo e della Presidente Garden Club (il 25.3 la Mostra è aperta solo per le socie e soci ADSI e Associazioni botaniche)
h. 16,30, Palazzo Gondi, Premiazione per i fiori più belli e più rari

0:00 - FAI, Fondo Ambiente Italiano

Giornate di Primavera

11:00 - Città Nascosta

Uno sconosciuto scrigno di note. Le collezioni musicali della Biblioteca Nazionale Centrale: manoscritti, canzonieri, dischi e melodie dal Quattrocento ad oggi, uno straordinario patrimonio per la storia della musica (accessibile in esclusiva)
a cura di Paola Gibbin, responsabile sale musica e consultazione appuntamento alle 11 in piazza Cavalleggeri 1, davanti alla biblioteca
Solo su prenotazione